Sorrisi sull’autobus 21

20140711-013430-5670764.jpg

Alla fermata di via Creti sale sull’autobus 21 un’arzilla vecchietta di San Donato. Piccola, bionda, con i capelli corti, con un taller pantalone nero e una specie di coccarda a fiori al collo, si siede su uno di quei sedili doppi su cui è già seduta una ragazza. Sono dei sedili strani, forse li hanno fatti per gli obesi: comunque due persone non ci stanno, una ci sta larga. La vecchietta si siede in punta, è un po’ sghemba, la ragazza cerca di shiacciarsi contro il vetro ma più di tanto non può. Vedendola in bilico una signora la chiama e le indica un posto libero di fronte a lei. Un uomo l’aiuta ad alzarsi e un’altra donna le fa spazio. Lei dice a tutti grassie, grassie, sciete carini, poi si siede e parla del tempo che non si capisce niente e del suo raffreddore. Dopo qualche fermata la donna che le ha indicato il posto si alza e si mette in fila per scendere ma dopo qualche minuto lei la chiama: “scignora….scignora…” la donna si gira e risponde “si?” “volevo dirle che ha un bel sciorriscio”. La donna diventa rossa come un peperone e abbassa la testa. Non ha un sorriso perfetto, i denti sono finti e si vedono le gengive superiori ma adesso è lì, stampato grande sulla sua faccia. La donna risponde grazie e scende di corsa. In una giornata che è il 10 luglio ma sembra ottobre cose così riscaldano il cuore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...