L’arzilla vecchietta dà lezioni di bon ton

GetAttachment

Alle 10,30 del mattino l’autobus 21 è pieno di gente di mezza età che si muove per piccole o grandi commissioni. Uomini e donne sulla soglia dei sessant’anni appena andati in pensione. Si capisce dal fatto che sono ancora vestiti da impiegati: pantaloni  grigio verde con la piega molto stirata, piumini di marca, giacche sotto il cappotto, occhiali da sole sulla fronte e occhiali da presbite rettangolari appesi al collo, facce pulite e sbarbate, sguardo in cerca di alterità e spalle un po’sporgenti. Ce n’è uno, esattamente così,  seduto dietro un’arzilla vecchietta di San Donato tutta vestita color zabaione, dalla zazzera corta ai pantaloni a sigaretta. Tutto quello che indossa è color zabaione tranne le scarpe di vernice, la borsa shopper e gli orecchini a grappolo d’uva, viola. L’arzilla vecchietta  si gira per guardare l’impiegato, lo inquadra, si rigira, sbuffa, si sistema nervosamente la borsa sulle gambe, si gira di nuovo e si ferma a fissare l’uomo. Questi fa segno con la testa, come per chiedere “csa vut?” che in dialetto bolognese significa “che cazzo vuoi?” Lei,  guardandolo nella bocca dice “Volevo capire sce quescto ruminare che scento nelle orecchie era la dentiera che non scta sciù o una colassione gusctosa appiccicata ai denti” L’uomo ferma le mascelle a bocca aperta: “Ah no mi scusi, è una ciclesc…Capisco, a una certa età vien l’alito cattivo” L’uomo prende uno scontrino dalla tasca, sputa dentro il chewingum e lo piega nella mano, mentre lei si volta indietro, chiude i bottoni del suo pellicciotto color zabaione, chiede scusa ai passeggeri in piedi e si prepara per scendere in via Marconi.

  Leggi il libro delle arzille vecchiette dell’autobus 21

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...