L’arzilla vecchietta nella giornata contro la violenza sulle donne

2007-04-20 11.47.10

Un omarino di quelli che nella vita avrà fatto il meccanico o l’operaio tornitore arriva alla fermata dell’autobus 21 con una bionda da urlo. Una barbie trentenne, rotonda dove bisogna essere rotonde, con le gote coperte di cipria vellutata, gli occhi azzurri e la bocca color di rosa. Avanzano piano chiacchierando a bassa voce, lei ha la mano infilata sotto il braccio di lui, lui ha le mani incrociate dietro la schiena e il petto in avanti. Gli manca la cresta. Sull’autobus diventano l’invidia di tutti: lei è davvero bella, parla con lui come se lo amasse e lui è un uomo felice. Sotto la coppola calata sulle orecchie gli si intravede una pelle luminosa e rilassata sugli occhi strizzati di piacere. Un’arzilla vecchietta di San Donato attratta come tutti dalla strana coppia commenta: “Eccoli lì, i maschi. A prenderli in giro vanno in banana. E invece di far pena la gente li ammira. Mo sce arrivasci io con un biscteccone al fianco, cosa succederebbe?”.  Bella domanda alle otto di mattina del 25 novembre ma lei, forse, non lo sa che giorno è oggi. Lei pensa così tutti i giorni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...