La primavera dell’arzilla vecchietta

20140402-083640.jpg

Cambio autobus dal 21 al 20. Alla fermata del Meloncello sale un’arzilla vecchietta di Saragozza vestita da tirolese. Bellissima. Capelli bianchi lunghi leggermente tirati su, giacca rossa di lana a nido d’ape, vestito verde di lana cotta con una lunga fila di bottoncini di peltro, grande borsa di pelle scamosciata in parure con gli stivaletti allacciati col tacco basso.Trucco leggero ma il rossetto è dello stesso rosso della giacca. Conosce l’arzilla vecchietta di San Donato, si salutano, poi questa le fa i complimenti per il vestito. ‘Oh…cosa vuole, una sciochessa…è un vestito tirolese che ho preso a Cortina anni fa. La maglia invece l’ho presa in Montagnola lassù all’usato che adesso quelli nuovi non me li posso più permettere. Ma…alla nosctra età bisogna sctare attente e curarsi un po’. La nostra le chiede ‘Posscio chiederle quanti anni ha adesscio?’ e lei ‘ Ottantasei, oh no, scusi… ottantaqua….ah, proprio non mi viene…settantotto.’ ‘Sci figuri…succede anche a me, scià? ma non importa mica il numero esciatto… Basta dire che abbiam viscto molte primavere’. Una è quella di stamattina, lassù sulla collina di San Luca avanti fino a Parco Talon.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...