Il bello delle biblioteche pubbliche 

  

Alla fermata di via Rimesse, ad aspettare  l’autobus  numero 14, ci sono due donne. Una é bionda con i riflessi ramati l’altra mora con i capelli corti. Non hanno ancora l’età ma hanno un gran talento come arzille vecchiette dell’autobus 21. Una é seduta sulla panca di ferro, l’altra é in piedi, ma essendo alta come un barattolo di lenticchie sembra che sia seduta affianco all’altra. Dice alla sua amica che lei ha la tessera della Sala Borsa, perciò adesso ci va per prendere un libro. “Mo perché vai fin lì a prenderli” le chiede l’altra “ i libri li danno anche alla Parrocchia di Scianta Rita” “ Eh sci, lo sciò” risponde il barattolo, “però in Scianta Rita sci paga e in Sciala Borsa no. E poi con questa tessera qui, in Sciala Borsa ci puoi anche andare in bagno”. Ecco il bello delle biblioteche pubbliche: uniscono cultura e bisogni.   

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...