L’autobus dei bambini

Bambina con moccola

Alla fermata dell’autobus 21 ci sono un sacco di bambini tra i due e i cinque anni, diretti all’asilo. L’autobus ha dodici minuti di ritardo e se ne sono accumulati un bel po’,  tutti accompagnati certo, ma a quest’ora gli adulti stanno per i fatti loro e i bambini fanno mondo a sé. Basta abbassare lo sguardo a trenta – quaranta centimetri da terra e si vedon cose. Per esempio una bambina di tre anni che dice a un’altra molto più piccola: “oh, guarda che c’hai la moccola”. Questa, senza scomporsi, porta  il dito indice al naso, lo infila nella narice, mescola il liquido e poi se lo porta in bocca, ciucciando soddisfatta. La bimba di tre anni ride e dice che schifo mentre l’altra ciuccia con piacere. “Che spippola” dice l’arzilla vecchietta di San Donato. “No, non sono una spippola” risponde la moccolosa. “Sono una spippolona, dice la mia mamma”. Arzille vecchiette si nasce, e qui, stamattina, ce n’è una che promette molto bene.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...