L’amore tra gli zingari

  
Due zingari sono seduti sotto il portico alla fermata dell’autobus 21 in Piazza Malpighi. Le spalle appiccicate l’uno all’altra e un po’ tremanti nella nebbia, lei ha un fazzoletto carta da zucchero sui capelli e un vasetto di primule un po’ peste in mano, lui i capelli corti, una giacca di lana marron con le tasche lise e una fisarmonica sulle gambe. Avranno sedici anni, sembra che abbiano attraversato le montagne e guardano i passanti con gli occhi sgranati. L’arzilla vecchietta di San Donato lascia una moneta sul loro piattino e dice: ‘Con quegli occhi lì scembra che vogliano fermare il mondo perché si accorga di loro’. L’autobus arriva, raccoglie i passeggeri e riparte mentre lei continua ‘Perché noi all’amore tra due singari, non ci pensiamo mai’

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...