2 agosto sull’autobus 37

20140802-193131-70291267.jpg

Il silenzio inizia da via Mondo. Si sentono solo le cicale e una cornacchia interrotte ogni tanto dal rumore di un motore solitario. Sarà che sono le otto, che è sabato, che è agosto, sarà che è il 2 agosto, questa mattina Bologna s’è svegliata con le orecchie tese. Anche sull’autobus 21 c’è un silenzio innaturale e poi fa freddo. L’aria condizionata rende questo silenzio più spesso, piú profondo, inviolabile, ma risuona, nelle orecchie dell’arzilla vecchietta di San Donato che si stringe nel suo cardigan blu, quell’autobus con le lenzuola bianche appese ai finestrini che quel giorno fece la spola tra la Stazione e l’Istituto di Medicina Legale col suo carico indicibile. Lei lo vide passare, pieno di corpi senza vita. L’autobus, Bologna, la stazione. Le dieci e venticinque. Silenzio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...