L’arzilla vecchietta alla festa della Social Street di Via Duse

20140608-082047-30047349.jpg

L’arzilla vecchietta di San Donato è andata alla festa della Social Street di via Duse con le sue amiche dell’autobus 21. Hanno messo su un banchetto di cappellini di lana, un po’ fuori stagione, ma chi è previdente ne apprezza l’utilità. Affianco al loro banchetto c’è una donna che vende vestiti usati, i suoi vestiti. A Bologna, da quando c’è la crisi, usa molto andare alle feste di strada e vendere i vestiti abbandonati nell’armadio. Tra le poche cose belle che ha portato la crisi, le feste di strada e i mercatini. Una ragazza per esempio, ha trovato nel banchetto un vestito vintage bianco a fiorellini blu e bordeaux, di quelli anni ’50 con la manica corta e la gonna arriccita in vita. La ragazza è indecisa, non è abituata a quello stile e poi, dice ai suoi amici, “mi ingrassa”. L’arzilla vecchietta di San Donato dal suo banchetto, appena sente la parola ingrassa interviene perentoria: “Mo lo prenda ben quel vesctito, ‘scolti me. Con quei riziolini e le forme rotondette che ha scembra una bambola. Cosa vorebbe escere, una di quelle sciaracche che non scion buone neanche da mangiar con la polenta?”. Sette euro e la ragazza in pochi minuti ha comprato un bel vestito, aumento la sua autostima e celebrato, in via Eleonora Duse, il funerale delle saracche, le acciughe che sfilano sulle passerelle facendo finta di essere donne. Le social street di utilità ne hanno davvero parecchie.

20140608-084507-31507993.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...