L’arzilla vecchietta e Penelope

20140703-235326-86006133.jpg

Sull’autobus 21 l’arzilla vecchietta di San Donato rimane in piedi vicino all’autista. Una signora le chiede se vuole sedersi al suo posto, lei risponde “No grassie, devo sctare atenta alla fermata. Che adescio è tutto un lavurir…cantieri sciu cantieri che non sciò mica cosa ci faranno…han fatto cambiare strada a tutti gli autobus, scià? e sce uno non ci guarda bene chiscià dove va a finire…Tocca sctare atenti… come sci dice… tra fer e disfer….tra fare e disfare ci tocca lavorare”. In questa nuova  riscoperta degli achei da parte della politica il riferimento al fare e disfare così, tanto per lavorare, fa venire in mente la povera Penelope che alla fin fine, mentre suo marito viaggiava e suo figlio aspettava, tenne in piedi la baracca. E nessuno lo dice che se non ci fosse stata lei, Itaca sarebbe stata da mò in mano ai Proci. In quanto a Ulisse, sarà lì di fronte ai cantieri a commentare i lavori?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...