L’arzilla vecchietta e un presunto caso di stalker

20140314-083023.jpg

Autobus 21 all’ora degli studenti. Cuffie nelle orecchie, qualche appunto scritto col pennarello blu in una mano e il touch screen nell’altra. Una coppietta, in fondo, sembra amoreggiare. Lui, quindici anni, timido e un po’ dentone ascolta, sembra vergognarsi, sorride e si schiaccia con lo zaino contro la porta. Lei, capello piastrato di fresco e minigonna inguinale sopra due stivaloni tacco dodici si tiene alle pertiche con entrambe le mani e gli parla, sinuosamente ondeggiando verso di lui. Lui arrossisce, si schiaccia alla porta, sposta lo sguardo e alla fermata in Piazza dell’Unità scende. Lei lo segue e nel girarsi finalmente mostra la sua faccia. Avrà trent’anni o forse più, trucco pesante e occhi da lupa affamata. Lui attraversa la strada, lei lo segue due passi indietro. L’arzilla vecchietta di San Donato li guarda dal finestrino, scuote testa e dice ‘ehhhh ban ban’…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...